Chiedere foto di nudi è reato?

Foto mie nuda video 89953

Reati informatici 17 Aprile Col termine sexting si fa riferimento allo scambio di foto o video sessualmente espliciti, o comunque inerenti la sessualità, spesso realizzati col cellulare e diffusi tramite SMS o MMS. Sexting Scattare una foto in posa sensuale e inviarla al proprio fidanzato è una moda del momento, ma spesso non si tiene conto del fatto che quelle foto vengono conservate su un dispositivo digitale, e quindi sono nelle mani altrui, con tutti i rischi del caso. Oppure pensiamo alla diffusione di tali materiali per semplice scherzo. Le conseguenze psicologiche sulla vittima possono essere devastanti. Oltre alle conseguenze sulla vita sociale e la reputazione, sono soprattutto le conseguenze di ordine legale che devono essere tenute in conto. Si distingue due ipotesi: - sexting primario, quando è il protagonista dell'immagine a diffondere la foto a terzi; - sexting secondario, quando la diffusione a terzi avviene ad opera di una persona diversa da quella ripresa nell'immagine che ha poi inviato la foto la prima volta. Ovviamente il sexting è legale se le parti coinvolte sono maggiorenni e consenzienti. La Cassazione sez.

Richiedi una consulenza ai nostri professionisti Il sexting, la richiesta, la conservazione e la condivisione di immagini di corpi nudi: cosa ne pensa la giurisprudenza e la Cassazione. Se il erotismo è ed è sempre stato il motore del mondo, lo è ancor di più per internet. I numerosi siti di incontri o le piattaforme di video hard ne sono una diretta testimonianza. Pedopornografia che, lo ricordiamo, si verifica anche quando al aspetto del minore viene associato un massa altrui o non reale, realizzato in computer-grafica.