Pratiche BDSM: le migliori per esperti e principianti

Pratica bdsm tutte 508991

Ho avuto il piacere di intervistare per tutte voi, un affascinante uomo con la passione per il Bdsm, uno dei Padroni per eccellenza. Ci siamo accordati telefonicamente e dopo un minimo imbarazzo da parte mia mi ha messa subito a mio agio, voce piacevole, linguaggio fluido, un tono che non trapela esitazioni. Dopo la telefonata mi sento più tranquilla al pensiero di incontrarlo ma non so immaginarlo, non vi nego che nei giorni che hanno preceduto il nostro incontro nella mia fantasia sono affiorate innumerevoli immagini di volti ed è nata una curiosità inconscia. Lo incontro in un bar di Via Frattina, poco prima del suo arrivo mi rendo conto di non avergli chiesto come riconoscerlo, entra e capisco che la domanda sarebbe stata superflua. Uno sguardo caldo, profondo, dopo pochi istanti ho la percezione che mi stia guardando dentro, sento un piacevole imbarazzo che non deve sfuggirgli perché mentre cerco di ricomporre la mia professionalità, rompe il ghiaccio ordinando due caffè. E già una domanda? Preferisco Padrone, con la P maiuscola da parte della schiava. Tutti si possono definire padroni, ma il Padrone, con la maiuscola è il riconoscimento da parte della schiava che io sia non un padrone generico ma il SUO Padrone.

Siamo tutti Bdsm. Scoprendo di volta in volta che quelli che credeva individuo i suoi limiti personali erano labili e valicabili. La vera svolta quindi non sono le pratiche sessuali, bensм le persone. Ma prima di complessivo noi stessi e la nostra capacità di aprirci agli altri e di metterci in discussione. Mi chiamo Marinara, ho trentanove anni e nei confronti del sesso ho sempre avuto un atteggiamento libero e consapevole.

Il nostro era un rapporto esclusivamente sadomasocon lui che aveva accettato il adatto ruolo di sottomesso, in tutto e per tutto. Da allora ci vedevamo qualche volta al mese e sempre il rituale iniziale era lo identico, lo accoglievo alla porta senza discorrere una parola, e lo mandavo adesso in bagno allo scopo di detergersi e di indossare i suoi vestiti da sottomesso. Spesso pensavo alla caso che avevo avuto nel trovare il mio schiavo, era avvenuto per accidente ma soddisfaceva tutti i miei requisiti. Era abbastanza bello con un bel fisico curato e con molto cielo libero, impegnato sentimentalmente con una femmina che viveva in un paese assente non aveva per questo problemi a riportare a casa i segni affinché volevo lasciare sul suo corpo, in più come se non bastasse epoca già di suo di indole sottomessa, un aspetto a cui tenevo particolarmente e che avevo ricercato nel mio annuncio. Non volevo infatti uomini affinché mi rifiutassero qualcosa e lui aguzzo a quel momento aveva dimostrato di non avere nessun limite, insomma rappresentava uno schiavo perfetto anche per me che ero diventata una padrona difficile. Ero diventata nel giro di alcuni anno una vera mistressera stato un cambiamento molto lento ma costante e adesso non potevo fare più a meno di fare sesso dominando il mio partner. I miei pensieri stavano divagando quando lo sentii arrivare, alzai lo sguardo e lo guardai, epoca come al solito bellissimo. Per quella sera avevo deciso che lo avrei sottomesso quasi svestito e per attuale indossava solamente un sottile perizoma da uomomi piaceva farlo soffrire con gli abiti e per questo avevo comperato per lui solamente vestiti e interno di un paio di taglie più strette, volevo vedere i segni della costrizione sul suo corpo e anzitutto volevo tormentarlo in ogni minuto del nostro incontro, cosa che di abituale mi riusciva molto bene. Di abituale mi divertivo a prolungare la sua attesa, quando avveniva lo guardavo di nascosto, vedevo i suoi occhi indugiare sulle piastrelle desiderosi di sapere come quel giorno lo avrei dominato, la sua mente si crogiolava in colui attimi assaporando la paura del futuro ed eccitandosi pensando alle torture affinché gli avrei inflitto, mentre io mi godevo la sensazione di avere un altro essere umano in mia completa balia, una sensazione per me, come credo per tutti gli esseri dominanti, incommensurabile.

Serena ama giocare con le corde e la frusta. Prova piacere a comandare il suo schiavo, a umiliarlo, a comandarlo, ad abbassarlo allo stato di un oggetto, ad annientarlo. Ha abbandonato 20 anni, ma sa quello affinché fa. Lei stessa, per anni, ha vestito i panni della sottomessa. Cercava nel suo padrone la sofferenza fisica, ora la infligge ad altri.

Ciascuno studio scientifico tra bondage e sadomaso Afp Ti piace «farlo strano»? Buon per te: sei più sano di mente degli altri. Secondo uno abbozzo pubblicato su The Journal of Sexual Medicine , chi si dedica a pratiche sessuali «particolari», come bondage e sadomaso, potrebbe essere in realtà più equilibrato degli altri. Quella Bdsm è una vera e propria cultura, affinché parte dalla consensualità per muoversi con utilizzo della safe word la definizione di sicurezza che mette fine ai giochi di ruolo , feticisti, amanti delle manette e via dicendo. Analisi - La ricerca ha visto i due scienziati esaminare Bdsm e non-Bdsm, ai quali è stato chiesto di compilare questionari che comprendevano domande sulla loro personalità, la capacità di gestire il rifiuto, lo stile di affetto nelle relazioni e il loro appagamento in generale. Nessuno dei partecipanti epoca informato sullo scopo della ricerca.