Il vaginismo: una barriera per il sesso

Donna con 560977

A livello soggettivo le sensazioni vengono vissute differentemente da ogni donna ed è caratterizzata dal provare un accumulo di tensione che poi viene liberata e da un periodo di elevata eccitazione che si traduce in un improvviso rilassamento e sollievo definita risoluzione. È una sensazione unica e riconoscibile e le donne che sostengono di non averlo mai provato soffrono di quella che viene definita anorgasmia. Un tempo era definita frigidità, ma il termine è stato considerato non scientifico e dispregiativo. È una sensazione che differisce non solo tra donne diverse alcune riescono a raggiungerlo con pochi movimenti coitali, altre necessitano di una lunga stimolazione della clitoride per raggiungerlo; alcune riescono a raggiungerlo persino con un bacio, da semplici carezze o dalle fantasie e dai sognima anche nella stessa donna. La conoscenza del meccanismo biologico aiuta a comprendere il funzionamento della fase eccitatorio-orgasmicama questo non è sufficiente. Infatti ci sono delle pre-condizioni che ne permettono il raggiungimento, come fattori mentali, culturali, etiche, emozionali ed affettive. Questo circolo vizioso per la donna viene percepito sempre di più come un problema senza una soluzione e tutto quello che si fa per risolverlo in realtà non fa altro che peggiorarlo. Quando si entra nel circolo vizioso si mettono in atto dei comportamenti tali per cui non riescono più ad abbandonarsi e a favorirlo; pur volendolo molto fortemente non vogliono concedersi di raggiungerlo o non se ne riconoscono capaci oppure se ne astengono volutamente pur ritenendolo una cosa positiva. Per quanto riguarda le cause mediche e farmacologiche potrebbe essere causata da:.

Le più diffuse disfunzioni sessuali, i falsi miti e le implicazioni psicologiche affinché le peggiorano descritti da una psicoterapeuta cognitivo comportamentale esperta nel loro accoglienza. La fase del desiderio è caratterizzata dalla comparsa di un forte desiderio fisico e mentale di avere un rapporto sessuale, in genere accompagnato da fantasie erotiche. In entrambi i sessi si associano contrazioni ritmiche dello sfintere anale e dei muscoli perineali. Al contrario, le donne sono in fase di rispondere a nuove stimolazioni approssimativamente immediatamente. Spesso la mancanza di attenzione è dovuta a problemi psicologici affaticamento, ansia, depressione, bassa autostima, sensazione di inadeguatezza, scarsa accettazione del proprio massa, convinzioni religiose, educazione familiare rigida oppure di coppia. In questi casi è consigliabile una psicoterapia cognitivo-comportamentale mirata a modificare pensieri e convinzioni che bloccano un sereno coinvolgimento sessuale. Altre volte le cause sono di natura fisica assunzione di farmaci, squilibri ormonali, patologie fisiche o situazionale stanchezza, gravidanza, allattamento ed è su queste che è necessario intervenire. Da un punto di vista medico, è oggi allo abbozzo la possibilità di trattare il disagio da desiderio ipoattivo con la cura della luce.

Partiamo da una definizione generale : intendiamo per abuso sessuale infantile qualsiasi attività che implica il coinvolgimento in attività sessuali di un minore da brandello di un adulto. Ad esempio, oltre alla violenza sessuale che implica una penetrazione, la costrizione al toccare oppure baciare; la visione non desiderata di nudità o atti sessuali del individuale adulto, di una coppia o più individui; riferimenti sessuali e argomentazioni oscene. Una persona che è stata abusata in età infantile porta nel cessato evolutivo della sua mente le tracce di un evento traumatico che abitualmente ne devia il normale sviluppo. Possiamo dire in linea generale che il livello di gravità segue tre dimensioni fondamentali:.

Attenzione e corpo. Abbiamo già trattato in un precedente articolo il tema dell'esperienza di dolore che uomini e donne possono sperimentare durante i rapporti sessuali. In questo articolo vogliamo approfondire l'esperienza di dolore intenso sperimentato dalla femmina in occasione della penetrazione , siffatto da poter rendere impossibile ed gravemente sgradevole quest'ultima. Parliamo qui di un disturbo definito vaginismo, inteso quale fatto di ricorrenti e persistenti spasmi involontari della muscolatura perivaginale che rendono arduo o impossibile la penetrazione , affinché finisce dunque per essere evitata Fenelli, Lorenzini , Il vaginismo è una disfunzione sessuale caratterizzata dalla contrattura involontaria della muscolatura perivaginale che funziona come meccanismo di difesa dalla angoscia legata ad una previsione della infiltrazione come evento doloroso , sgradevole e impossibile. In alcuni casi lo affanno involontario della muscolatura perivaginale non si presenta solamente in occasione di esperienze sessuali ma è tale da inibire anche gli accertamenti ginecologici routinari. Normalmente il controllo della muscolatura che circonda l'ingresso della vagina ossia i fasci pubo-coccigei del muscolo elevatore dell'ano è sotto sia il controllo involontario come sotto il controllo volontario basti badare che è la muscolatura che attiviamo ritmicamente durante il coito per accrescere il piacere, ma che possiamo accendere anche quando ci troviamo nella necessità di trattenere l'urina. Nelle donne affinché soffrono di vaginismo, nel momento in cui si avvicina la possibilità di una penetrazione durante il coito bensм anche durante una visita ginecologica, si verifica una contrazione involontaria di siffatto muscolatura percepita come veri e propri crampi , dolorosi e tali da rendere generalmente impossibile la penetrazione. Generalmente no.

Donna con 532204

Esistono vari tipi di eiaculazione precoce: continuativo lifelongacquisita esordisce dopo un periodo di funzionamento sessuale normalesituazionale solo con incentivazione, situazione o partner specifici e generalizzata si verifica in tutte le situazioni. Gli uomini con questo disturbo vivono rapporti sessuali veloci e insoddisfacenti compromettendo la qualità della vita. La compromissione spesso si manifesta nella relazione di coppia etero o omosessuale generando conflitti, equivoci e malumori che rinforzano e aggravano la sintomatologia stessa. Anche attuale criterio, comunque, è estremamente discutibile, in quanto occorre valutare le capacità orgasmiche della donna. Il disagio è consumato anche dal partner il quale, inavvertitamente, ne aggrava il disturbo e soffre lui stesso. Esistono rari casi di precocità eiaculatoriageneralmente transitoria, connessi a cause organiche. Tra queste vi sono: anomalie anatomiche del frenulo breveipersensibilità del glande, stati infiammatori, uretriti, vescicoliti, prostatiti, indurimento multipla, tumori midollari, stress o problemi ormonali ipo-ipertiroidismo, bassa prolattina, alti livelli di leptina. Spesso chi soffre di eiaculazione precoce non parla per ansia e vergogna.