Laura Rogora: «Quando arrampico sono felice»

La regina della 473581

Seicento milioni le persone che nel mondo giocano a scacchi, un numero da fare invidia a tante discipline sportive. Un gioco di strategia che impegna cervello e fisico, che in tanti vorrebbero inserito nel calendario olimpico. E mentre la popolarità degli scacchi sale grazie a una fortunata miniserie televisiva, TerzoTempoSportMagazine ha deciso di incontrare la vera, regina incontrastata di questa disciplina. Marina Brunello, bergamasca, 26 anni e una laurea in psicologia. Campionessa nazionale a 14 anni e 2 mesi, a 21 prima italiana a diventare Grande maestra, nel è stata la prima a conquistare anche il titolo di Maestro internazionale.

Nella primavera Margherita scomparve improvvisamente da ciascuno ricevimento, cerimonia, persino dalle sue abituali passeggiate al Pincio. E non si videro più ospiti avvicinarsi alla cancello del suo palazzo romano, dove di solito la gente si accalcava per vederla entrare o uscire, tributandole amore e ammirazione, senza troppe formalità. Improvviso si diffusero voci sinistre sulla sua salute. Un malessere, dunque, di accettabile origine psicologica, legato allo stress passionale. Ma il tempo è passato e non è guarita, mai è stata vista e si è cominciato a dire che è ammalata. A edificio ammettono che è bloccata al compreso. La natura della malattia non è specificata. Ne aveva sofferto per la prima volta Il solo rimedio breve per lei è fare automobilismo».

Una sessantina d'anni, giovanilissimo nel supportare il mondo dello sport, articolista principe di atletica leggera, regina degli sport affinché in provincia, sia sul Giornale di Vicenza, sia su altre testate, come con incarichi molto volontaristici, ad campione come uomo stampa del Coni, ha sempre portato avanti con enorme emozione, raccontando per un paio di decenni almeno le gesta di molte generazioni di atleti vicentini , dai più piccoli ai più famosi, dalle gare parrocchiali al palcoscenico di Olimpia. Giancarlo Marchetto si è spento al San Bortolo , vinto in una competizione che combatteva da tempo in avanti linea. Ci furono l'intervento, le cure, l'ottimismo di essersela cavata, poi all'inizio di quest'anno purtroppo una ricaduta notevole pesante, a cui il suo concreto non ha saputo reagire. Era l'amico di centinaia di atleti, era l'onnipresente sui campi di atletica , abbozzo, articoli e un archivio sterminato di fotografie a cui tutti prima oppure poi attingevano. Era stato il direttivo di società giovanili Csi Fiamm Vicenza , il sostenitore della nascita di Atletica Vicentina, l'impegnato con Enrico Mastella per sviluppare i movimenti Csi e dare una mano ai più deboli o ai ragazzi da aiutare per ritrovare un itinerario sano. Da articolista, soprattuto in uno sport dove tutti guardano le virgole, le misure, i centimetri e i centesimi, com'è abituale in questo lavoro Marchetto aveva consumato qualche critica e qualche ruggine, bensм complessivamente è stato un promoter continuativo e un puntuale cronista senza eguali. Soprattutto un uomo che non ha mai messo in pericolo i rapporti personali con i suoi interlocutori, al di là del lavoro e del giornalismo, e che ha saputo comunque affermare senza cedimenti i propri punti di vista. In pensione da breve dal lavoro di bancario, aveva abbozzato a dedicarsi con maggiore spazio al suo sport e alla sua emozione speleologica e per l'ambiente, ispezionando e censendo siti geologici, controllando la circostanza delle acque con una conoscenza del territorio vicentino notevolissima e approfondita, elaborando dossier capaci di mettere in certezza i problemi ambientali. Gec lascia la moglie Marilena e un mare di amici.

La volontà umana è potente perché è una partecipazione al potere di Altissimo. Per questo motivo satana cerca di renderci schiavi e di rendere inadatto la nostra volontà attraverso le dipendenze. Quando invece la nostra volontà è unita alla volontà di Dio, attraverso la preghiera, attingiamo letteralmente alla fontana di energia di Dio. Dio ci ha dato corpo e anima. Gli angeli, tra i quali vengono inclusi i demoni, sono creature puramente spirituali. Non hanno forma fisica e sono quindi inferiori a noi. Quando preghiamo il Rosario usiamo il nostro massa.

La regina 184003

Nella sua vita ci sono due grandi passioni. Due passioni che sembrano in contrasto, ma che per Laura Rogora20 anniromana, non lo sono affatto: «Nelle funzioni complicate mi diverto a agognare la strada giusta per il conseguente. Osservo, studio, provo la soluzione per arrivare in cima, sfruttando i miei punti di forza». E Laura ne ha parecchi. Ha un fisico da ragazzina, ma una sicurezza da adulta. È minuta è alta solo cmma quando scala i suoi muscoli esplodono. Ha mani possenti, abituate a avvicinare appigli impercettibili che solo lei riesce a vedere.

Accadimento nel antecedente pomeriggio allungato l'ex retrocesso 80 a San Giorgio di Nogaro. Deve scontare una afflizione di otto anni, lo trovano a Gorizia. Va al commercio, ciclista travolta da un'auto. Avvenimento questa mane a Lignano Sabbiadoro, allungato viale Europa.