Il vizietto più antico del mondo

Storia di 614936

I grandi eventi, quelli capaci di influenzare le generazioni future, hanno il difetto di essere generali e informali insito nella loro stessa natura. Il quotidiano invece racchiude i segreti perduti del vivere secoli lontani da noi. In qualche modo sembra di avere a che fare con un fiume che a ritmi irregolari rompa gli argini: alcuni maledicono il disastro, augurandosi che si trovi un rimedio definitivo, altri che vedono almeno un vantaggio il fango fertilizzerà i campitollerano il disagio immediato. Tutti e due Santi. È proprio del legislatore sapiente tollerare alcune trasgressioni alla legge pur di farne rispettare altre ben più gravi tratto dalla Summa Theologiae; nel De regimine principum, per rimanere al nostro argomento, paragona la prostituzione con i gabinetti, luoghi maleodoranti ma senza i quali i grandi palazzi si trasformerebbero in cloache ben peggiore. Come regolatore sociale dunque concordavano tutti, o quasi: il Luigi di prima era troppo bacchettone perfino per la sua epoca.

Una ragazza dell'est Europa d'età compresa con 25 e 30 anni aveva contattato l'agenzia per scoprire se suo compagno frequentava altre donne. Era sposata insieme un quarantenne da 3 anni e avevano un bimbo di 2. Aveva conosciuto il marito nel suo Borgo due anni prima di sposarsi, durante un viaggio d'affari di lui, affidabile della ditta di famiglia. Il abbinato aveva un matrimonio fallito alle spalle, ma era legalmente divorziato e aveva un altro figlio di 12 anni, nato dalla precedente relazione. La acquirente aveva raccontato che dopo un epoca di fidanzamento a distanza, durato coppia anni, si erano sposati e ella si era trasferita in Italia, ove aveva trovato un ambiente ostile con le persone vicine al marito. Egli aveva sminuito la situazione, sostenendo affinché con il tempo le sue impressioni sarebbero svanite. La donna, che epoca molto avvenente, in alcune occasioni si era sentita come un trofeo affinché il marito mostrava agli amici.

Pur dovendo fare appunto una scelta con le corti francesi, occorre osservare affinché in tutte le corti ci sono stati rapporti tra sesso e autoritа : scandali, intrighi a sfondo sessuale, segreti da coprire, via vai di amanti scomode etc. Eppure di maestа virtuosi e moralmente integerrimi, degni di questo titolo divino ce ne sono stati molto pochi, se non assolutamente nessuno. Suggestiva e quasi romanzesca fu la vicenda della corona di spine del Cristo Luigi era un cercatore di reliquie : la corona, affinché era conservata a Bisanzio allora mortale di un impero latino attorniato da nemici greci e islamici fu concessa dal giovane sovrano Baldovino cugino di Luigi in cambio di aiuti economici. Il gesto sancisce definitivamente la cristianità di Luigi, che diventa il maestа Cristiano per eccellenza appunto ma argutamente capace di sfruttare le possibilità offerte da questo titolo per fini politici e amministrativi. Chiusa la parentesi di questo caso raro di re buono e non avvezzo alle sottane, Rossi riprende a parlare del rapporto insieme il sesso. Ovviamente per sesso qui non si intende quello a scopi riproduttivi, ma il piacere del erotismo e in particolare quello extra-coniugale.