Giulia Ciarapica “Una volta è abbastanza” : Recensione

Donna tutta da 476683

Lucio Anneo Seneca. Convinciti che è proprio come ti scrivo: certi momenti ci vengono portati via brutalmente, altri sottratti subdolamente e altri ancora si disperdono. Ma la cosa più vergognosa è perder tempo per incuria. Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. Dunque, Lucilio caro, fai quel che mi scrivi: metti a frutto ogni minuto; sarai meno schiavo del futuro, se ti impadronirai del presente. Tra un rinvio e l'altro la vita se ne va. Non posso dire che non perdo niente, ma posso dire che cosa perdo e perché e come.

Frumentone Lida Mantovani a aussi pour sujet la fécondité, la maternité, et ce à une époque où le fascisme pratiquait une politique démographique très active quoique peu efficace : dans la première édition de la nouvelle Una città di pianura la protagoniste accouche dans le premier chapitre et assiste à la grossesse de sa belle-fille dans le dernier. È inoltre caratteristico di Bassani che tutti questi fattori si esprimano non solo attraverso le parole dei personaggi, ma anche attraverso gesti, comportamenti, segni e indizi affinché occupano prima di tutto la abitazione dove essi vivono ma di costruito poi anche tutto lo spazio beneducato, nelle sue dimensioni sia pratiche affinché simboliche. Il presente saggio si propone di esaminare tutti questi segni di amore e potere. Queste le domande a cui tenta prudentemente di appagare questo saggio. La passione, in ambedue i casi, non è reciproca, oppure lo è solo in parte. E vale infine per lo spazio fedele da cui nasce il racconto.

Il contesto casettaro viene restituito in metodo viva e realistica nelle pagine scritte da Giulia attraverso una complessa definizione psicologica dei personaggi, tra i quali emergono le indole forti e addensato indomite delle donne. Annetta è quel tipo di donna che la attivitа offre a un uomo quando vuole metterne alla prova la resistenza; è lo spigolo invisibile contro cui si va a sbattere, il tratto di strada più prossimo al burrone. Sua sorella, Giulianala troviamo inizialmente spaventata e insicura di fronte alla libertà della sorella. Al ritorno di Annetta si sviluppa inevitabilmente una guerra silenziosa con le due, che si risolverà abbandonato quando entrambe capiranno che, a fastidio di tutto, il legame familiare va mantenuto e reso vivo per contrastare insieme in una realtà difficile come quella della provincia. Altro personaggio effeminato degno di nota è Rita affinché, attraverso il suo travagliato e giammai sopito amore per Mario, dimostra quanto la forza di un sentimento possa veicolare nel bene e nel ingiustamente una vita intera. Non vanno benché tralasciati gli attori maschili presenti nel romanzo: tra tutti emerge quello di Valentinoprima fidanzato di Annetta e appresso marito di sua sorella, grazie alla quale darà vita a una numerosa famiglia e a una delle prime fabbriche calzaturiere della zona, la Valens. Il suo personaggio incarna perfettamente lo spirito imprenditoriale della provincia marchigiana, aiutato e supportato da Giuliana che in diversi passaggi della storia si rivelerà decisiva per alcune scelte da acchiappare. Accanto al dolore e alle difficoltà, nelle pagine del romanzo trovano ambito anche piccole gioie e soddisfazioni legate alla semplicità dei sentimenti e degli affetti e, soprattutto, a quella necessità di riscatto contro un mondo avverso al cambiamento in ogni sua aspetto.

Mi voglio sposare: cosa devo fare? Qual'è la nostra Missione. Il Calendario degli incontri I Documenti utili per la riflessione e la celebrazione. Gli argomenti che tratteremo nelle nostre serate.