Moglie casalinga: ha diritto a parte dello stipendio del marito?

Moglie cerchiamo sesso 125113

Ora, se è vero che dove interviene la legge nascono anche diritti e doveri, è naturale — per quanto freddo e poco collaborativo possa sembrare — parlare anche di diritti e doveri di marito e moglie. Moglie e marito che hanno uno scopo da portare avanti: quello di far crescere una piccola comunità chiamata « famiglia » in cui — secondo la Costituzione — si forma la persona. Il principio viene ripetuto dal codice civile [2] secondo cui marito e la moglie, con il matrimonio, acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. E siccome a un dovere corrisponde sempre un diritto, conoscere quali sono i doveri di un marito significa anche sapere quali sono i diritti della moglie. Cerchiamo quindi di fare il punto della situazione. Ma perché sapere quali sono i doveri del marito? Il marito deve rispettare la libertà, la dignità e la personalità della moglie; in caso contrario le deve risarcire i danni.

Abbiamo già visto come alla base di una crisi di coppia ci possono essere più fattori e concause. Oggi il focus lo voglio portare su una delle cause che più addensato sento descrivere dai miei pazienti dappresso il mio studio di psicologa a Bari ad orientamento sistemico relazionale : il calo o la mancanza di desiderio sessuale nella coppia spesso definita crisi sessuale. Infine affronteremo quelle affinché sono le possibili soluzioni o interventi per capire e intervenire in accidente di mancanza di desiderio. Il erotismo è una condizione necessaria, ma non sufficiente per la formazione di una coppia. Sono questi aspetti fondamentali perchè quando vengono compromessi è facile incespicare in un tradimento che causa una crisi di coppia. Una dei cambiamenti che ho osservato e trattato durante le consulenze in studio è il calo del desiderio sessuale fino ad arrivare addirittura alla mancanza di desiderio sessuale nei confronti del partner. Bensм perchè?

Home » Diritto civile e commerciale. Altro la Suprema Corte di Cassazione il diritto dei rapporti sessuali tra i coniugi non esiste. In epoche passate si aspettava il matrimonio per avviarsi a letto con la moglie, ed era accettato a livello sociale il fatto che, in presenza di un rifiuto ingiustificato da parte della femmina, il marito la potesse ripudiare. Benché quei tempi siano passati resta adesso qualche residuo di una concezione legata al fatto che i rapporti sessuali tra i coniugi possano rappresentare un dovere. Una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione Cass. Da quando esiste internet sono nati numerosi forum dove la questione viene trattata in diversi modi. Molte mogli o mariti si chiedono che cosa rischiano se rifiutano di avere una vira intima con il coniuge. Nel primo libro viene esposta con commento dettagliato la disciplina sostanziale.

Non sono più numerose come un cielo le famiglie monoreddito. La carriera finalmente non è più una prerogativa del sesso maschile. Attività questa che, per quanto nobile, non è produttrice di un reddito diretto. Di qui una domanda che spesso attanaglia le coppie giovani e meno giovani: la compagna casalinga ha diritto a parte dello stipendio del marito?

Il risultato di queste considerazioni equivale ad una scossa elettrica e ad una conseguente ricerca di fuga. In apparenza si guarda con apprensione al cielo che verrà, svalorizzando quello che è già passato; in profondità si caccia semplicemente di aver la possibilità di cambiare le carte e poter abbozzare una nuova partita. Buongiorno è effettuabile che anche una donna abbia una crisi di mezza eta? Mi sembra di legge il suo atteggiamento…. Mia moglie dopo 25 anni tra fidanzamento e matrimonio abbiamo 45 anni ha capito che non è compresa, è messa in un angolo dal mio egocentrismo, sente di essere stata repressa e chiusa dal mio stile e modo di vivere, insomma che individualitа abbia in qualche modo inciso sul suo modo di vivere e assistere le cose, per cui adesso nasce la nuova persona che lei vuole essere di cui io non posso fare piu parte. Abbiamo piu figli tre… speravo fosse una cosa temporanea ma a distanza di 6 mesi di separazione fisica io vivo in altra casa abbiamo avviato le pratiche con gli avvocati per la allontanamento legale, ma lei sembra sempre piu convinta della sua scelta. Abbiamo costruito due sedute di coppia entrambe finite nel sentire solo lei che avvalorava la sua volonta e sicurezza nel separararsi. Accettalo e vai avanti, a chiunque sembra impossibile quando accade.