Coppia non sposata con figlio: vantaggi e svantaggi

Prima avventura cerchiamo coppia 468670

William Shakespeare. Vale allora la pena di buttarsi in storie simili? La ragione direbbe sempre di no? E perché mai sperarci? Quindi la solita minestra, anche se riscaldata e con lo stesso sapore ha le sue garanzie: la si ritrova sempre nel piatto, anche se quel piatto non è la persona che vi fa battere il cuore e riempie la vostra testa come un pensiero ossessivo, anche se conviene non ammetterlo apertamente. Tutto tranne che amanti passionali da amare e conquistare. Nella maggior parte voglio solo sfogarsi, distrarsi dalla solita routine, divagare su qualcosa di nuovo ed eccitante, per poi ritornare alla comodità ed alla serenità invariata della famiglia.

A qualcuno capita, a molte più persone di quante possiamo immaginare, di alloggiare una doppia vita per brevi oppure lunghi periodi; di trovarsi a gestire una vita coniugale ed una attivitа di coppia segreta. In alcuni casi invece capita di innamorarsi e allungare una relazione con un uomo oppure con una donna non libera. Comprensibilmente sono anche tanti i racconti di chi scopre di aver subito un tradimento ma, in questo articolo, proviamo ad osservare solo un lato della medaglia. Vuole dire sapersi fare da parte in attesa che il adatto amato sia disponibile a donarci alcuni briciola di attenzione. Essere amanti, inizialmente, vuole dire vivere passioni forti travolgenti e uniche esaltate dalla clandestinità: il fatto stesso di incontrarsi in appartato, di trasgredire alle regole morali e sociali, di correre il rischio di essere scoperti, di attendere a allungato un incontro fugace e di immaginare in merito, rende tutto molto accattivante. Spesso gli amanti si ritengono dei privilegiati per essersi incontrati e per poter vivere il loro amore eccezionale e speciale. La presenza di un amante permette alla coppia coniugale di non affrontare mai realmente i problemi interni alla coppia e quindi di portare avanti il progetto famigliare.

Diritti e doveri dei genitori e dei figli di coppie di fatto e differenze rispetto alle coppie sposate. Un nostro lettore ci chiede cosa succederebbe se una coppia non sposata dovesse avere un figlio : quali sarebbero i vantaggi e gli svantaggi di tale situazione? E nel caso in cui i due decidessero di separarsi, quali diritti e doveri deriverebbero per i genitori? Cerchiamo di fare il punto della situazione. I figli affinché nascono da coppia sposata non devono essere riconosciuti. Essi infatti si presumono nati proprio dal marito e dalla moglie senza che sia necessaria una dichiarazione in tal senso. Di effetto il figlio porterà il cognome del padre e, se i due lo vogliono, anche quello della madre. Invece i figli che nascono da duetto di fatto devono essere riconosciuti dal padre. La legge infatti non potrebbe mai presumere chi possa essere il genitore maschio in assenza di un espresso riconoscimento.

In effetti, allorchè il rapporto presenti difficoltà, o non appaia più proseguibile, emerge una differenziazione di reazioni tra i dei sue sessi, anche estremamente consistente. Nella pratica dunque è sempre la donna che decide di interrompere il rapporto; del resto è sempre la donna che decide di iniziarlo e con chi. Dunque un primo consistente divario fra i due sessi è questo, laddove la donna nella stragrande maggioranza dei casi, solo dopo essersi convinta della impossibilità di salvare il rapporto, in modo più sofferto e certa di un non ritorno, decide di troncarlo. Molti uomini, prima di giungere alla separazione propongono al adatto coniuge di mantenere il rapporto di separati in casa e cioè di continuare a convivere, pur con una propria vita autonoma, sotto il bordo gestionale ed affettivo, giustificando spesso siffatto richiesta con la necessità di non creare traumi alla prole.