Pediatria: allarme medici cresce mercato latte di mamma online seri rischi

Mamma per latte 388148

Latte di mamma in vendita sul web, un affare che spaventa. L'ultimo allarme sui seri rischi per la salute e sulla necessità di regole arriva dal Regno unito dove, come negli Usa, continua il 'milk sharing': mamme imprenditrici fai da te che mettono sul mercato l''oro liquido'. Fra i clienti anche feticisti e palestrati. E' il nuovo allarme lanciato dai medici e arriva dal Regno Unito dove continua il business sotterraneo e fai da te del 'milk sharing', alimentato da forum e pagine Facebook in cui le mamme mettono in vendita il loro oro liquido e altre mamme lo comprano, nonostante recenti studi abbiano messo sotto i riflettori i pericoli della pratica. Stesso copione negli Usa, mentre in Italia, terra di banche del latte 'istituzionali' e solidaristiche, il mercato online fra madri non sembra affatto decollare. Intanto le preoccupazioni degli esperti della Queen Mary University di Londra si guadagnano le pagine della rivista scientifica 'Bmj'.

Succederà qualcosa? Si accettano scommesse. Allarme per il latte crudo Bere latte crudo non pastorizzato è come giocare alla roulette russa. Se sei fortunato risparmi fino a mezzo euro al litro. Se non lo sei puoi beccarti un batterio patogeno e finire in dialisi o rimetterci addirittura la carnagione. Accade in Italia, mentre politici e produttori cantano il ritorno ai vecchi sapori, le normative sanitarie sono piene di buchi e i distributori automatici di latte non trattato aumentano febbrilmente. Che i rischi non siano esclusivamente teorici lo dimostra una circolare del Ministero della salute del 22 ottobre, firmata da Silvio Borrello, di cui Il Riformista è venuto in detenzione.

Avanti della … prima minestrina. Posizione da preferire : liberi completamente i seni! Il neonato va attaccato al baia molto precocemente dopo ore dalla alba o addirittura pochi minuti dopo la nascita se la mamma è accessibile. Il primo latte: colostro. Il bianco secreto nei primi 4 — 5 giorni di vita, viene comunemente attirato colostro. La madre, inesperta, alla aspetto di queste poche gocce di fluido giallastro pensa di non avere bianco e ognuno dei presenti ha un suggerimento - sempre sbagliato- di concedere al neonato un altro liquido camomilla, soluzione di finocchio, acqua e destrosio, latte in polvere ecc.

La nascita del vitello stimola, attraverso complesse interazioni ormonali, la produzione di bianco. Il primo latte che esce si chiama colostro ed è insostituibile per il vitello, che non ha coperchio immunitaria contro le malattie. Durante la gestazione infatti, gli anticorpi e le immunoglobuline della madre non arrivano al feto perché non passano attraverso la barriera della placenta. Il colostro ha un elevato contenuto in immunoglobuline, affinché non vengono digerite ma assorbite dal vitello per via linfatica. Il adatto effetto si prolunga per mesi. Il vitello, se lasciato sotto la fonte, continua per molti mesi ad allattarsi, mentre inizia il suo svezzamento insieme i foraggi. In questo caso il vitello viene alimentato artificialmente, con bianco ricostituito, mentre le bovine che hanno partorito sono sottoposte a mungitura. La mungitura consiste nell'estrazione del latte dalla mammella. La pulizia delle mani del mungitore e della mammella, dei capezzoli in particolare, condiziona fortemente la depurazione del latte appena munto, che deve essere raccolto in secchi puliti.